Alessandro Mattia Mazzoleni

Alessandro Mattia Mazzoleni. LE CERNIERE SPAZIO-TEMPORALI.

Il giovane artista torinese, Alessandro Mattia Mazzoleni, approda dopo anni di sperimentazione alla Cardboard Art, dando vita ad opere dalla forte presenza simbolica; privilegia l'utilizzo di materiali come il cartone, simbolo della deperibilità della materia che però, nel momento in cui viene utilizzata per la creazione di un'opera d'arte, diviene, come l'artista che la crea, eterna.

Altre espressioni fortemente simboliche nelle sue opere sono l'applicazione di cerniere sulla tela e la variante delle luci.
Le cerniere chiuse o in procinto di chiudersi, non rappresentano una “chiusura” dello spazio, bensì l'unione di due essenze opposte ed inconciliabili proprie del dualismo che da sempre ci governa.

Nelle opere degli anni 2006-2007, è visibile una sorta di ricerca della luce, “per contrastare il buio esistenziale”; anche in questo caso, come per le cerniere, l'alternanza tra luce e buio in realtà non crea uno spezzato ma un legame.
In questa serie di opere vi è l'unione di forme diverse, con valenze simboliche, come cerchi e triangoli e la forte presenza di un materiale prezioso come l'oro, sin dall'antichità simbolo del sole e dunque della luce.

Elemento comune nelle opere di Mazzoleni, è il sapiente ed armonioso accostamento di elementi cromatici.
Molto apprezzata anche la serie di “omaggi”; anche in questo caso si tratta di un “avvicinamento” agli altri artisti contemporanei.

Chiara Adele De Michele

torna a presentazioniPresentazioni