Alessandro Mattia Mazzoleni

Intervento critico del Prof. Paolo Levi sulla Cardboard Art di Alessandro Mattia Mazzoleni

 

Il talento di questo giovane artista si palesa giÓ nella scelta assolutamente originale dei materiali utilizzati per creare delle opere uniche nel loro genere.

Non Ŕ facile tracciare un itinerario storico artistico di questo artista; egli abbraccia una poetica del tutto inedita e molto personale. In ogni sua opera si riconosce una ricerca attenta e innovativa, lontana da speculazioni artistiche tipiche dei tempi moderni. Mazzoleni costruisce materialmente delle opere inconsuete e di non facile lettura ma che nascondono una forte componente creativa. Le visioni a cui ci abitua l'artista sono frutto di una costante e motivata analisi sulla mutabilitÓ della vita. L'arte - dice Mazzoleni - nella sua manifestazione esteriore Ŕ di cartone. ╚ qui che si palesa la sua arte, il suo bisogno di esprimere la bellezza e la tragedia di ogni essere umano nella caducitÓ della vitÓ. Risuonano cosý le parole senza tempo di Seneca nel suo de brevitate vitae ź[...] noi non disponiamo di poco tempo, ma ne abbiamo perduto molto╗. ╚ lo specchio di una societÓ in decadenza, dove la vita scorre scandita dal bisogno di apparire, in modo sterile, frivolo.

╚ a questo punto che il giovane Mazzoleni grida la sua indignazione e sfida la societÓ a contemplarsi nelle sue opere Frammenti, Sovrapposizioni, Innesto vitale sono solo alcune delle opere che l'artista crea, unendo sapientemente colori in forte contrasto con il nero e l'oro, alla sapiente tecnica del collage.

Nella seconda fase della sua produzione artistica Alessando Mattia Mazzoleni va addirittura oltre. Decide di osare quando utilizza le cerniere in una fase creativa che non solo omaggia i grandi maestri contemporanei, ma dove si riconosce chiaramente l'intento dell'artista: unire poeticamente e idealmente l'arte contemporanea come con un immaginario filo di Arianna, utilizzato per uscire da quel labirinto caotico che Ŕ l'arte contemporanea, stabilendo egregiamente un percoso dialettico tra forma e materia.


Prof. Paolo Levi

 

torna a presentazioniPresentazioni